Il produttore di automobili di Ingolstadt utilizza la realtà aumentata per la pianificazione logistica

Il produttore di automobili di Ingolstadt utilizza la realtà aumentata per la pianificazione logistica

La Realtà Aumentata (AR) – realtà estesa – si riferisce a soluzioni assistite dal computer per una percezione estesa della realtà. Spesso si tratta di integrare immagini o video con informazioni digitali aggiuntive o oggetti virtuali, sfumandoli o sovrapponendoli. Anche gli occhiali AR “HoloLens 2” di Microsoft – un’applicazione AR di ultima generazione – seguono questo principio. La casa automobilistica Audi di Ingolstadt, in Baviera, utilizza ora questi occhiali per la pianificazione logistica. Questo articolo si basa sull’unico Elenco delle 200 maggiori aziende di logistica in Germania.

Collegamento di software AR e occhiali AR

Un compito importante nella pianificazione è il posizionamento ottimale dei container e delle attrezzature operative nei capannoni logistici e di produzione – la soluzione a un problema di spazio. Finora, i prototipi degli oggetti in questione sono stati utilizzati nella progettazione per testare l’effetto dello spazio in condizioni reali – una procedura complessa, perché i prototipi dovevano prima essere fabbricati. Grazie all’applicazione dell’AR, in futuro non sarà più necessario.

Audi si affida al collegamento del suo software “LayAR” (per “layout” e “realtà aumentata”) con gli occhiali “HoloLens 2”. Il software può convertire i dati CAD esistenti di oggetti come scaffali, contenitori o componenti in ologrammi e poi proiettarli sui vetri. Chi indossa gli occhiali vede gli oggetti nella loro dimensione originale davanti a sé nel luogo a lui destinato. L’impressione visiva immediata permette di valutare immediatamente se la soluzione pianificata è adeguata e dove sono necessari miglioramenti. La pianificazione della logistica diventa molto più efficiente e può iniziare prima.

L’applicazione AR può essere utilizzata in modo flessibile. Le proiezioni possono essere effettuate in parallelo su più bicchieri per i team di progettazione, gli oggetti virtuali possono essere modificati spazialmente. È possibile anche il modo opposto – misurare le superfici e le sale di mappatura in piccolo formato per workshop e conferenze e convertirle in dati CAD.
Fonte:: Logistik heute Fonte dell’immagine: Unsplash

Potrebbero piacerti questi elenchi di grandi aziende e investitori:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *