Autore: admin

Elenco delle 10 principali startup europee nel settore delle energie rinnovabili

Elenco delle 10 principali startup europee nel settore delle energie rinnovabili

La transizione verso una produzione di energia più sostenibile è un passo necessario per contrastare i pericoli acuti della crisi climatica. Oltre alle regolamentazioni, ai divieti e agli incentivi per le aziende come per gli individui, le idee innovative e i nuovi approcci per la produzione di energia e la promozione della produzione di energia sostenibile sono essenziali per consentire una transizione a lungo termine e sostenibile verso l’approvvigionamento di energia rinnovabile. In questo contesto, soprattutto il settore delle startup rappresenta una forza trainante: con nuove idee innovative e l’intenzione di cambiare, si generano approcci che possono seriamente consentire la ristrutturazione e l’ulteriore sviluppo del mercato della produzione di energia sostenibile. Oltre a molti anni di esperienza, le più recenti possibilità tecniche come l’intelligenza artificiale o gli algoritmi sono anche utilizzati per implementare questi scopi nel miglior modo possibile.

Nella nostra lista scaricabile in Excel, troverete oltre 100 startup europee nel campo delle energie rinnovabili, di cui vorremmo presentare dieci importanti startup delle energie rinnovabili in modo più dettagliato.

1. Kitepower (Delft, Paesi Bassi)

La startup olandese Kitepower ha sviluppato alternative innovative e convenienti alle turbine eoliche esistenti, utilizzando fino al 90% di materiale in meno, con il potenziale di essere due volte più efficiente delle turbine eoliche convenzionali con la stessa potenza. La startup Airborne Wind Energy (AWE) ha sviluppato una tecnologia brevettata che non richiede torri ad alta intensità di risorse né fondazioni pesanti e quindi permette un’alta mobilità e un facile spiegamento. Facilitando venti più forti e persistenti ad altitudini più elevate, i sistemi Kitepower possono generare fattori di capacità superiori a 0,5 ed elettricità economica in cambio. Con il loro prodotto principale, il Kitepower Falcon, l’innovativa Startup permette alle comunità remote di tutto il mondo di mitigare la dipendenza dall’inquinante e costoso approvvigionamento diesel.

2. Windcity Designs (Rovereto, Italia)

Sviluppando una macchina che si adatta alla natura, Windcity Designs si sforza di aumentare la produzione di energia e di permettere alle fonti di energia rinnovabile di essere un’alternativa efficace al sistema di approvvigionamento energetico di carbonio. Il brevetto della startup italiana si basa sul principio dell’inerzia variabile e sull’inclinazione variabile delle pale combinando i due principi: geometria variabile per flussi variabili. Essendo l’unica macchina che non ha una sola curva di coppia ma ne ha una quantità maggiore e si porta da sola su quella più conveniente, in un continuo dialogo naturale con la Natura.

3. Octopus Energy (Londra, Regno Unito)

La startup con sede a Londra (Regno Unito) ha sviluppato una tecnologia con lo scopo di guidare la rivoluzione energetica a livello globale, consentendo ai clienti di tutto il mondo di utilizzare energia verde e un servizio eccezionale. Caratterizzata dalla visione di un’energia sostenibile a prezzi accessibili e un’esperienza cliente trasformata, Octopus Energy è stata in grado di servire 2 milioni di clienti con un’energia verde più economica. Con l’evoluzione delle loro Kraken Technologies, che offre una piattaforma proprietaria in-house basata su dati avanzati e capacità di apprendimento automatico, Kraken automatizza gran parte della catena di approvvigionamento energetico per consentire un servizio eccezionale e l’efficienza che consente alla startup di gestire oltre 25.000 clienti con offerte di energia di proprietà.

4. Phelas (Monaco, Germania)

Utilizzare l’energia solare ed eolica anche quando le condizioni non sono ottimali è stata l’idea della startup tedesca phelas. Con lo sviluppo di un sistema di immagazzinamento dell’elettricità che utilizza un processo termodinamico per immagazzinare l’energia nell’aria liquida, la startup punta a un approvvigionamento energetico modulare, accessibile e sostenibile in futuro. Basandosi sui punti di forza di LAES (nessun materiale nocivo, componenti affidabili con alto TRL, flessibilità nel scalare la potenza e la capacità in modo indipendente) e costruendo sui principi dell’accumulo di energia in aria liquida (LAES), phelas ha sviluppato il primo prototipo al mondo di un sistema LAES in un design modulare a container. Questo prototipo soddisfa i requisiti di immagazzinamento dell’energia, includendo una gestione interna del calore integrata su misura, un processo di raffreddamento personalizzato e una drastica semplificazione del processo di liquefazione.

5. WePower (Vilnius, Lituania)

La startup WePower che è stata fondata a Vilnius ha sviluppato una piattaforma basata su blockchain che si sforza di consentire la connessione tra acquirenti di energia aziendali e rivenditori di energia direttamente con i generatori di energia verde. Partendo dall’analisi dei bisogni dell’azienda e dalla successiva identificazione del progetto di energia rinnovabile più adatto, la startup organizza contratti diretti di energia. Utilizzando l’innovativa tecnologia di tokenizzazione, i fondatori aspirano a creare piena trasparenza alla fonte e flessibilità, consentendo a tutte le aziende – indipendentemente dalle loro dimensioni – di acquistare energia verde prodotta localmente a tariffe competitive.

6. Golfstrom (Monaco, Germania)

Golfstrom è stata fondata con l’intenzione di sviluppare una piattaforma aperta e orientata all’impegno per tutti coloro che vogliono contribuire attivamente ad affrontare la crisi climatica. Sviluppando un modello di partecipazione in cui tutti possono essere attivamente impegnati in nuovi progetti solari, la startup con sede a Monaco di Baviera fornisce informazioni su cosa fare e su come la realizzazione di nuovi sistemi solari su tutti i tetti adatti all’energia solare viene attuata nel mondo reale. Gli individui possono quindi partecipare sia come proprietari di tetti che come piccoli investitori crowd che finanziano questi progetti sui tetti con un importo di loro scelta. Coinvolgendo gli attori esistenti della transizione energetica, i fornitori di energia verde e le cooperative energetiche locali, lo sviluppo di nuovi progetti può essere realizzato rapidamente e su scala.

7. Wegaw (Vaud, Svizzera)

La startup che è stata fondata da un team esperto a Vaud, in Svizzera, utilizza immagini satellitari e algoritmi di Machine Learning al fine di ottimizzare la produzione e il commercio di energia di varie aziende energetiche. Perseguendo l’obiettivo di creare una produzione di energia più sostenibile e pulita, Wegaw ha sviluppato un prodotto che fornisce informazioni accurate sull’estensione della neve, la profondità della neve e l’equivalente in acqua della neve sulla base dei dati di osservazione della terra per i fornitori di energia idroelettrica in tutto il mondo. Attraverso l’approccio di utilizzare il monitoraggio dell’equivalente dell’acqua della neve per la previsione dell’acqua a lungo termine, il team consentirà alle aziende di estrarre più valore dai loro asset di energia rinnovabile, generando fino al 10% in più di energia e un’ottimizzazione del prezzo del MWh del +5% nel commercio di energia.

8. Crystalsol (Vienna, Austria)

La startup Crystalsol, con sede a Vienna, è stata in grado di sviluppare un nuovo tipo di tecnologia fotovoltaica flessibile combinando i vantaggi dei materiali monocristallini ad alta efficienza e la produzione roll-to-roll a basso costo. Con lo sviluppo di uno strato assorbente di luce costituito da una nuova polvere cristallina di semiconduttore brevettata, Crystalsol facilita diversi vantaggi rispetto alle tecnologie fotovoltaiche consolidate. Integrando il fotovoltaico, i cui film possono essere opachi o trasparenti, possono essere laminati con un foglio polimerico per l’integrazione in facciate strutturate o incapsulati in vetro per una maggiore stabilità ed essere fatti su misura per forma e dimensioni.

9. a destra. Basato sulla scienza (Francoforte, Germania)

La startup tedesca, composta da un team interdisciplinare di quasi 30 esperti, ha sviluppato il modello X-Degree Compatibility (XDC) per calcolare l’impatto che un’azienda, un portafoglio o qualsiasi altra entità economica ha sul riscaldamento globale (Temperature Alignment). Con la fornitura di metriche climatiche e il software sviluppato, i risultati sono espressi come valori tangibili in °C (XDC) cercando di ottenere la massima trasparenza sui rischi e le opportunità legate al clima per il mercato e consentire così la transizione verso un’economia <2°C. Questa metodologia è l’unica nel suo genere a integrare un modello climatico (il modello FaIR). Mentre il modello XDC è basato sulla scienza, peer-reviewed e lungimirante ed è disponibile per l’uso nella ricerca accademica dal 2019, il modello sarà pubblicato come progetto Open Source entro la fine del 2021.

10. Epishine (Linköping, Svezia)

Il team dietro Epishine ha realizzato l’idea innovativa di una cella solare unica ottimizzata per la luce interna. Producendo celle solari organiche stampate e un kit di valutazione, Epishine ha sviluppato una nuova tecnologia nella raccolta di energia. Mentre i moduli organici di raccolta dell’energia luminosa per interni (LEH) possono essere utilizzati da soli o in combinazione con i condensatori per sostituire le batterie o prolungare la loro durata nelle applicazioni a bassa potenza, i LEH di Epishine sono ottimali per l’alimentazione di applicazioni wireless per interni a bassa potenza. Con l’area semi-trasparente del modulo, i LEHs sono per una facile integrazione e simultanea riduzione dell’impatto ambientale fino al 97% tagliando i costi di manutenzione delle batterie. Inoltre, il kit di valutazione può fornire una corrente di uscita sufficiente per alimentare la maggior parte delle radio a bassa potenza, oltre a mostrare l’integrazione unica del prodotto e le possibilità di progettazione dei moduli di raccolta dell’energia luminosa di Epishine.

Questo ascolto da parte di grandi aziende e investitori può essere utile a tutti:

Fonte dell’immagine: Unsplash

Elenco di 10 fornitori di servizi di energia rinnovabile in Europa

Elenco di 10 fornitori di servizi di energia rinnovabile in Europa

Il mercato delle energie rinnovabili è una delle industrie più importanti del 21° secolo: mentre la domanda di energia cambia e aumenta, il cambiamento climatico ci spinge a cambiare il nostro panorama energetico. I mercati delle energie rinnovabili sono eterogenei e pieni di diversi attori – a partire dai produttori di turbine eoliche o pannelli solari, fino alle startup che puntano a rinnovare l’industria (vedi la nostra Lista delle +100 startup delle energie rinnovabili in Europa). I fornitori di servizi giocano un ruolo enorme in ogni passo della catena del valore: A partire dalla consulenza e dal corporate finance & deal advisory, la costruzione e la certificazione e il collaudo degli impianti di energia rinnovabile, il funzionamento e la manutenzione di questi impianti, fino alle attività legali e ai servizi IT. Nella maggior parte dei casi, i fornitori di servizi lavorano a stretto contatto con gli sviluppatori di energie rinnovabili e gli investitori, che sono per lo più attivi all’inizio di un nuovo progetto (vedi il nostro Elenco dei +150 sviluppatori di energie rinnovabili in Europa e il nostro Elenco dei +150 investitori di energie rinnovabili in Europa). Questo articolo è basato sull’unico Elenco dei +100 fornitori europei di servizi di energia rinnovabile.

1) Apricum GmbH (Berlino, Germania)

La Apricum GmbH è un’azienda fornitrice di servizi che offre consulenza e transazioni in una varietà di classi di attività dell’energia rinnovabile. L’azienda ha sede a Berlino ed è attiva in tutto il mondo – con una base di clienti di tutto rispetto: pur lavorando con una vasta gamma di aziende di diverse dimensioni, Apricum ha collaborato con giganti delle energie rinnovabili come Vattenfall, Susi Partners, RWE e altri. Dalla loro fondazione nel 2008, la società di consulenza ha stabilito la sua esperienza in diversi progetti e accordi in tutto il mondo.

2) Acciona, SA (Madrid, Spagna)

Acciona è uno dei più noti fornitori di servizi europei. Mentre la maggior parte dei loro progetti sono nel loro paese natale, la Spagna (la loro sede è a Madrid), la società è attiva in tutto il mondo. Mentre il “pilastro dell’energia” è uno dei tanti (Acciona è attiva anche nel settore immobiliare, dei trasporti e in altre aree), l’azienda si presenta come leader globale nello sviluppo, nell’ingegneria, nella costruzione, nel funzionamento e nella manutenzione di beni rinnovabili. Questo si riflette nella capacità installata: l’energia eolica e solare da sole detengono oltre 10 GW di capacità installata.

3) 3e (Bruxelles, Belgio)

3e è un fornitore di soluzioni digitali nel mercato delle energie rinnovabili. Fondata nel 1999, l’azienda si è fatta strada e ora ha uffici a Città del Capo, in India, in Spagna e a Bruxelles, dove si trova la sua sede centrale. La 3e offre diverse soluzioni: Power Forecasting, Wind and Solar Analytics e Yield Analytics sono solo un estratto del loro portafoglio. Inoltre l’azienda offre soluzioni individuali per una varietà di soggetti diversi come investitori, sviluppatori di progetti, produttori di energia indipendenti o operatori di asset.

4) BVG Associates (Swindon, Regno Unito)

BVG Associates è uno dei tanti fornitori di servizi con sede nel Regno Unito BVG ha il suo quartier generale a Swindon. La società di consulenza ha esperienza nella consulenza strategica aziendale, economica e tecnologica ed è quindi un attore molto prezioso e versatile sul mercato. Inoltre la BVG si concentra sull’energia eolica e ha accumulato conoscenze specializzate sia nell’energia eolica onshore che offshore. Questo è evidente nella loro consulenza tecnologica, dove offrono non solo una gestione delle prestazioni e dei cambiamenti, ma anche una consulenza sull’estensione della vita utile e una valutazione tecnica.

5) K2Management (Aarhus, Danimarca)

K2Management è un fornitore di servizi danese attivo nella costruzione, operazioni e manutenzione e consulenza finanziaria. L’azienda con sede ad Aarhus, Danimarca, è attiva a livello globale e presente in oltre 40 paesi. Offre servizi in tutta la catena del valore – a partire da un ingegnere proprietario, alla consulenza tecnica, all’analisi del rendimento e alla gestione del progetto. K2 ha esperienza nell’energia eolica (onshore e offshore), così come nell’energia solare/PV e nei progetti nell’area delle onde/tidali.

6) Esapro, S.r.l. (San Pietro in Gu (PD), Italia)

Esapro è un costruttore italiano, operatore e fornitore di servizi IT nel mercato solare con sede a San Pietro in Gu. Pur concentrandosi esclusivamente sull’energia solare, l’azienda offre una varietà di servizi diversi in questo campo: a partire dallo sviluppo, progettazione e costruzione di impianti fotovoltaici, la manutenzione così come il funzionamento e la gestione di parchi solari al monitoraggio così come il revamping e il repowering di impianti fotovoltaici.

7) Voltiq, B.V. (Utrecht, Paesi Bassi)

Anche Voltiq non è un nome sconosciuto nel mercato delle energie rinnovabili – la sua area di lavoro è la “finanza delle energie rinnovabili”. L’azienda con sede a Utrecht offre servizi sia nel settore Debt & Equity (raccolta, strutturazione e ristrutturazione, nonché M&A nel mercato delle energie rinnovabili) sia nel settore Transactions & Modelling. Voltiq ha anche una grande esperienza in diverse classi di attività e quindi è aperta a progetti eolici (sia onshore che offshore), solari fotovoltaici e CSP, progetti idroelettrici e di biomassa. Hanno anche avuto contatti con progetti di trasmissione in Cile e Brasile – in generale, Voltiq è attiva a livello globale.

8) Meeco AG (Zug, Svizzera)

Meeco è un fornitore di servizi svizzero nel mercato delle energie rinnovabili con sede a Zug. Questa azienda è un altro esempio di un fornitore di servizi attivo in tutta la catena del valore. Come tale, Meeco offre consulenza strategica, pianificazione finanziaria, gestione di progetti, realizzazione di impianti, nonché funzionamento, manutenzione e monitoraggio degli impianti. In linea con le attività di energia rinnovabile più comuni in Svizzera, dove una parte importante di ‘energia verde’ proviene da impianti idroelettrici, meeco ha esperienza nell’energia idroelettrica, negli impianti solari e in aggiunta offre servizi nel mercato dell’immagazzinamento delle batterie.

9) Greensolver (Parigi, Francia)

Greensolver è una società francese di consulenza e gestione. Il loro focus geografico è in Europa, con uffici (oltre alla loro sede centrale a Parigi) a Dublino, Londra, Groningen, Madrid, Atene e Porto. L’asset manager ha un track record di oltre 3.7GW e si concentra principalmente sull’energia solare, sugli impianti eolici onshore e sui progetti di idrogeno verde. Come gestore di costruzioni, Greensovler ha una storia di oltre 100 parchi costruiti. Lavorando insieme a diversi attori del mercato (soprattutto banche, investitori e sviluppatori), l’azienda lavora su piccoli progetti individuali così come su grandi portafogli.

10) Fred. Olsen Windcarrier, AS (Sentrum, Norvegia)

Fred. Olsen Windcarrier ha sede a Sentrum, in Norvegia, ed è anche un’azienda di buon nome. Come dice già il nome dell’azienda, la loro attività si concentra sull’energia eolica, in particolare sugli impianti offshore. Le radici dell’azienda nordica risalgono al 1848, mentre il focus sulle rinnovabili è stato stabilito nel 1996. Oggi Fred. Olsen Windcarrier è una società di costruzioni che offre anche il funzionamento e la gestione di parchi eolici (offshore). L’azienda è attiva a livello globale e ha un track record di oltre 700 installazioni.

Source: Listenchampion Source de l’image: Unsplash

Questo ascolto da parte di grandi aziende e investitori può essere utile a tutti:

Elenco dei 5 maggiori fornitori di elettricità in Germania

Elenco dei 5 maggiori fornitori di elettricità in Germania

Ci sono più di 1.100 fornitori sul mercato tedesco dell’elettricità. Alcune grandi compagnie elettriche detengono circa tre quarti della quota di mercato, mentre il quarto rimanente è detenuto da aziende municipali, la maggior parte delle quali sono gestite da autorità locali. Ecco i 5 maggiori fornitori di elettricità: Questo articolo è basato sull’unico Top 200 Electricity Suppliers Germany – Elenco dei più grandi fornitori di elettricità tedeschi.

Posto 1: E.ON AG, Essen: 61 miliardi di euro di fatturato

E.ON è stata costituita a metà del 2000 dalla fusione dei gruppi VEBA e VIAG. In termini di fatturato, E.ON è il più grande gruppo energetico tedesco. Le sue principali aree di attività sono la gestione delle reti di elettricità e gas, la generazione di elettricità da energie rinnovabili e la vendita di elettricità, nonché lo smantellamento delle centrali nucleari – una società con 78.000 dipendenti.

Posto 2: EnBW Energie Baden-Württemberg AG, Karlsruhe: 19,7 miliardi di euro di fatturato

Il nuovo gruppo energetico EnBW è stato formato nel 1997 dalla fusione di quattro fornitori di energia nel Baden-Württemberg. Rappresenta circa un ottavo dell’elettricità generata in Germania. La filiale Netze BW GmbH è la più grande società di rete per l’elettricità, il gas e l’acqua nel Baden-Württemberg.

Posto 3: RWE AG, Essen: 13,7 miliardi di euro di fatturato

RWE ha iniziato come azienda municipale di Essen nel 1898, ma è diventata un fornitore di energia sovraregionale e una delle più grandi aziende elettriche della Germania anche prima della prima guerra mondiale. Così è rimasto fino ad oggi. In termini di vendite di elettricità, RWE è il numero uno in Germania con una buona quota del quarto ed è anche un importante fornitore internazionale.

Posto 4: Stadtwerke München GmbH, Monaco: 7,4 miliardi di euro di fatturato

In termini di fatturato, Stadtwerke München (SWM) è considerata la più grande azienda municipale tedesca di servizi e servizi. La SWM offre servizi di utilità nei settori dell’elettricità, del gas naturale, del teleriscaldamento e dell’acqua potabile, del trasporto pubblico, della gestione delle piscine e delle telecomunicazioni. L’elettricità è generata in 14 centrali idroelettriche, diverse turbine eoliche e tre impianti di cogenerazione, tra gli altri.

Posto 5: EWE AG, Oldenburg: 5,6 miliardi di euro di fatturato

Energieversorgung Weser-Ems (EWE) non è solo un fornitore regionale di energia nel nord-ovest della Germania, ma anche a Brema, parti del Brandeburgo, Rügen e parti della Polonia occidentale. EWE offre ai clienti elettricità, gas naturale, telecomunicazioni e servizi IT. L’azienda impiega oltre 9.000 persone.
Fonte: Listenchampion Fonte dell’immagine: Unsplash

Potrebbero piacerti queste liste di grandi aziende e investitori:

Elenco delle 5 maggiori società di servizi in Germania

Elenco delle 5 maggiori società di servizi in Germania

Il settore dei servizi rappresenta più di due terzi del valore aggiunto lordo della Germania. Siamo una società di servizi. Innumerevoli modelli di business sono orientati ai servizi – anche in questi 5 maggiori fornitori di servizi del paese: Questo articolo è basato sull’unico Top 300 aziende di servizi in Germania – Elenco dei maggiori fornitori di servizi.

Posto 1: Syneco Trading GmbH, Monaco: 4,2 miliardi di euro di fatturato

La Syneco Trading è una filiale del Gruppo Thüga e funge da piattaforma centrale di trading e di servizi per le società Thüga. Si tratta di circa 100 aziende municipali – la più grande rete tedesca di fornitori di servizi municipali. Oltre ai prodotti di trading, la Syneco Trading offre servizi nelle aree di informazione del mercato, gestione del rischio, regolamentazione dell’energia e logistica energetica.

Posto 2: Bilfinger SE, Mannheim: 3,5 miliardi di euro di fatturato

Le attività della Bilfinger sono state a lungo dominate dai progetti di costruzione. Con il tempo, l’azienda si è sviluppata in un fornitore di servizi industriali. Manutenzione, ispezione generale, consulenza, ingegneria, assemblaggio e produzione – oggi Bilfinger fornisce servizi in queste aree, tra le altre per le industrie chimiche, farmaceutiche, del petrolio e del gas.

Posto 3: DEKRA SE, Stoccarda: 3,2 miliardi di euro di fatturato

DEKRA lavora come azienda di controllo tecnico dal 1925, principalmente nel settore dei veicoli a motore e delle attrezzature tecniche. Fornisce anche altri servizi – tra cui la certificazione, l’ispezione tecnica, la consulenza sulla sicurezza, la valutazione dei danni, la liquidazione dei sinistri e la formazione. DEKRA impiega poco meno di 44.000 persone.

Posto 4: Sixt SE, Pullach: 1,5 miliardi di euro di fatturato

Il noleggio auto fa parte del modello di business di Sixt dal 1912. Oggi, l’azienda a conduzione familiare è rappresentata in 110 paesi e offre servizi di noleggio auto, car sharing e altri servizi automobilistici. Ci sono circa 500 stazioni di noleggio Sixt in tutta la Germania, e circa 2.000 in tutto il mondo. Sixt ha poco meno di 7.000 dipendenti.

Posto 5: Sopra Steria SE, Amburgo: 319 milioni di euro di fatturato

Sopra Steria Group è una società francese di consulenza manageriale e tecnologica con un focus paneuropeo e circa 44.000 dipendenti (fatturato del gruppo: 4,3 miliardi di euro). La filiale tedesca Sopra Steria SE (ex Mummert Consulting) impiega circa 2.800 persone ad Amburgo, Francoforte, Monaco, Colonia, Berlino e Schrobenhausen.
Fonte: Listenchampion Fonte dell’immagine: Unsplash

Potrebbero piacerti queste liste di grandi aziende e investitori:

Elenco delle 5 maggiori aziende con un negozio online in Germania

Elenco delle 5 maggiori aziende con un negozio online in Germania

Nel 2020, il retail online tedesco ha generato quasi 73 miliardi di euro di vendite – un record. L’eCommerce è un serio concorrente per il retail stazionario. Queste sono le 5 maggiori aziende tedesche con negozi online. Questo articolo è basato sull’unico Elenco delle 300 maggiori aziende con negozi online in Germania.

Posto 1: CECONOMY AG, Düsseldorf: 20,8 miliardi di euro di fatturato

CECONOMY è nata nel 2017. L’azienda unisce la divisione di vendita al dettaglio di elettronica dell’ex Metro Group. Il business di CECONOMY poggia ancora pesantemente su un migliaio di negozi di elettronica “classica” sotto i marchi MediaMarkt e Saturn. Tuttavia, la vendita al dettaglio online sta diventando sempre più importante come un secondo importante canale di vendita insieme alla vendita al dettaglio in mattoni.

Posto 2: BayWa AG, Monaco: 17,2 miliardi di euro di fatturato

BayWa è stata fondata nel 1923 come istituzione cooperativa per l’agricoltura bavarese. Oggi BayWa è un gruppo attivo a livello internazionale nei settori dell’agricoltura, del commercio di materiali da costruzione, della vendita di carburante, delle energie rinnovabili, dell’innovazione e della digitalizzazione. Nell’agricoltura, nei materiali da costruzione e nell’energia, l’azienda gestisce anche negozi online (www.baywa.de).

Posto 3: Otto (GmbH & Co KG), Amburgo: 15,6 miliardi di euro di fatturato

Otto ha gestito con successo la trasformazione da un’azienda di vendita per corrispondenza su catalogo a un rivenditore online. L’Otto Group gestisce circa 100 negozi online e genera circa tre quarti delle sue entrate con essi. I principali prodotti offerti sono beni di uso quotidiano nei settori della moda, degli accessori, dell’arredamento e delle attrezzature.

Posto 4: Zalando SE, Berlino: 8,0 miliardi di euro di fatturato

Zalando può essere considerato l’inventore della vendita di scarpe online in Germania. Dal suo lancio nel 2008, l’azienda berlinese ha scritto una notevole storia di successo. Oggi, con 16.000 dipendenti, Zalando serve 44 milioni di clienti in 23 mercati europei in scarpe, moda e cosmetici – molto prevalentemente online.

Posto 5: Deichmann SE, Essen: 6,5 miliardi di euro di fatturato

L’azienda a conduzione familiare Deichmann ha le sue radici nel commercio di scarpe stazionarie. Questo è ancora il pilastro del business. Deichmann gestisce circa 4.200 negozi di scarpe in 31 paesi. La vendita al dettaglio online è stata aggiunta come secondo pilastro. Ci sono circa 40 negozi online Deichmann (www.deichmann.com).
Fonte: Listenchampion Fonte dell’immagine: Unsplash

Potrebbero piacerti queste liste di grandi aziende e investitori:

Elenco delle 10 maggiori aziende di software in Germania

Elenco delle 10 maggiori aziende di software in Germania

L’industria tedesca del software è caratterizzata da molte piccole e medie imprese. Tra i 10 maggiori fornitori di software al mondo, si trova solo un nome tedesco: SAP. Presentiamo i 10 più grandi sviluppatori di software tedeschi qui sotto: Questo articolo è basato sull’unico Top 250 Software Companies Germany – Elenco delle più grandi aziende di software.

Posto 1: SAP SE, Walldorf: 27,3 miliardi di euro di fatturato

Alcuni ex dipendenti IBM hanno fondato la società di software SAP nel 1972. Questo si è sviluppato nella terza azienda di software più grande del mondo con più di 100.000 dipendenti. SAP si è concentrata interamente sullo sviluppo di software per i processi aziendali e conduce esclusivamente affari b2b. Circa 350.000 aziende sono tra i suoi clienti.

Posto 2: Finanz Informatik GmbH & Co. KG, Francoforte sul Meno: 2,2 miliardi di euro di fatturato

Finanz Informatik è il fornitore centrale di servizi IT dell’organizzazione delle casse di risparmio. L’azienda è nata dalla fusione dei centri IT regionali delle casse di risparmio negli anni ’90 ed esiste in questa forma dal 2008. Il compito principale di Finanz Informatik è la mappatura IT dei processi aziendali delle casse di risparmio.

Posto 3: DATEV eG, Norimberga: 1,2 miliardi di euro di fatturato

DATEV è un fornitore di servizi IT cooperativo. Supporta consulenti fiscali, revisori, avvocati e i loro clienti che sono obbligati a tenere la contabilità. Il focus è sulle soluzioni software per la contabilità e la gestione finanziaria, la contabilità del personale, la contabilità dei salari e le dichiarazioni fiscali. Il software DATEV è usato in circa 2,5 milioni di PMI tedesche.

Posto 4: CompuGroup Medical SE & Co. KGaA, Coblenza: 837 milioni di euro di fatturato

CompuGroup è uno dei principali fornitori internazionali di software sanitario. Fondata nel 1984, l’azienda ha iniziato con sistemi informatici per dentisti. Nel frattempo, il portafoglio include anche soluzioni nelle aree di studi medici, ospedali, amministrazione dei pagatori, prodotti farmaceutici, laboratori medici e archiviazione medica. CompuGroup ha circa 8.000 dipendenti.

Posto 5: Software AG, Darmstadt: 835 milioni di euro di fatturato

La Software AG esiste dal 1969. Con i suoi 4.700 dipendenti, l’azienda si concentra sul supporto software per l’analisi e il controllo dei processi aziendali e la gestione di database. Il business è diviso in due aree: Enterprise Transaction Systems (ETS) e Business Process Excellence (BPE).

Posto 6: Vector Informatik GmbH, Stoccarda: 692 milioni di euro di fatturato

Vector Informatik è stata fondata nel 1988 e sviluppa strumenti software per veicoli e componenti software. Il focus è sul software di controllo per le autovetture. Vector Informatik è posizionata a livello internazionale e, oltre alla sede centrale di Stoccarda, in Germania, ha altre filiali a Braunschweig, Amburgo, Monaco, Regensburg e Karlsruhe. Il gruppo ha circa 3.000 dipendenti.

Posto 7: Nemetschek SE, Monaco: 597 milioni di euro di fatturato

Nemetschek SE è specializzata in software per la pianificazione e il controllo dei progetti di costruzione e per l’industria dell’intrattenimento. Fondata nel 1963 da Georg Nemetschek, l’azienda forma un gruppo con numerose filiali e circa 3.000 dipendenti. Ci sono quattro unità di business: Planning & Design, Build & Construct, Manage & Operate e Media & Entertainment.

Posto 8: TeamViewer AG, Göppingen: 460 milioni di euro di fatturato

La società TeamViewer prende il nome dall’omonimo software, che è sul mercato dal 2005. Permette il controllo e la manutenzione remota dei computer. Da allora, la funzionalità è stata continuamente ampliata – tra l’altro, per le esigenze delle grandi aziende e con ulteriori possibilità di applicazione. Circa 1.250 dipendenti lavorano in TeamViewer.

Posto 9: Haufe-Lexware GmbH & Co. KG, Freiburg im Breisgau: 393 milioni di euro di fatturato

Il gruppo Haufe si è trasformato nel tempo da un classico editore specializzato in un fornitore poliedrico di informazioni, formazione e software. Molte soluzioni software funzionano sotto il marchio lexware e sono fatte su misura per la contabilità delle PMI. Haufe è a conduzione familiare e impiega 2.100 persone.

Posto 10: PSI Software AG, Berlino: 218 milioni di euro di fatturato

PSI Software è stata fondata nel 1969 dai dipendenti della AEG. Con ben 2.000 dipendenti, l’azienda serve due segmenti di attività: Gestione e produzione di energia. La divisione Energy Management sviluppa software per sistemi di controllo energetico, mentre la divisione Production sviluppa software di processo per la produzione di acciaio, la costruzione di veicoli e macchine, la logistica e il trasporto.
Fonte: Listenchampion Fonte dell’immagine: Unsplash

Potrebbero piacerti queste liste di grandi aziende e investitori:

Elenco delle 5 maggiori imprese di costruzione in Germania

Elenco delle 5 maggiori imprese di costruzione in Germania

La Germania sta vivendo un’industria edilizia vivace da circa dieci anni. È alimentato dal continuo boom immobiliare. Per le imprese edili tedesche, questo significa tempi buoni. Ecco i TOP 5: Questo articolo è basato sull’unico Top 200 Imprese di costruzione Germania – Elenco delle più grandi imprese di costruzione.

Posto 1: HOCHTIEF Aktiengesellschaft, Essen: 24 miliardi di euro

HOCHTIEF, con 36.000 dipendenti, è un gruppo di costruzioni operante a livello globale, nato nel 1873 come impresa di costruzioni dei fratelli Helfmann a Francoforte sul Meno. Dal 2011, il gruppo spagnolo di costruzioni ACS detiene una piccola maggioranza di azioni (giugno 2021: 50,4 per cento). HOCHTIEF genera la maggior parte delle sue vendite (95%) all’estero. Le numerose filiali del gruppo sono assegnate alle tre divisioni HOCHTIEF Americas (incluso il sottogruppo americano Turner Construction), HOCHTIEF Asia Pacific (incluso il gruppo australiano Cimic) e HOCHTIEF Europe.

Posto 2: Ed. Züblin AG, Stoccarda: 4,0 miliardi di euro

Ed. Züblin affonda le sue radici in uno studio di ingegneria fondato da Eduard Züblin nel 1898. Dal 1919, l’azienda ha sede a Stoccarda. Oggi, Züblin appartiene al gruppo austriaco di costruzioni STRABAG. L’attività di Züblin è divisa in tre aree: costruzione chiavi in mano, ingegneria civile e impianti e aree speciali. Geograficamente, il focus è sulla Germania e i paesi del Benelux. Züblin ha oltre 13.000 dipendenti. Tra gli edifici di spicco di Züblin ci sono il palazzo della BCE a Francoforte, l’Opernturm e il Museo Mercedes-Benz a Stoccarda.

Posto 3: STRABAG AG, Colonia: 3,1 miliardi di euro in servizi di costruzione di vie di traffico

STRABAG AG raggruppa le attività e le partecipazioni tedesche dell’austriaca STRABAG – uno dei più grandi gruppi edili europei. La filiale più importante è la Ed. Züblin AG, Stoccarda, come società del gruppo per la costruzione di edifici e l’ingegneria civile. Altre filiali di STRABAG AG includono STRABAG Property and Facility Services GmbH (servizi di facility management), STRABAG Real Estate GmbH (sviluppo di progetti), TPA Gesellschaft für Qualitätssicherung und Innovation GmbH (centro di competenza sui materiali da costruzione). La stessa STRABAG AG, con oltre 13.000 dipendenti, si concentra sulla costruzione di vie di comunicazione.

Posto 4: Max Bögl Bauservice GmbH & Co. KG, Sengenthal (Baviera): 2,0 miliardi di euro di fatturato

Il gruppo Max Bögl ha iniziato nel 1929 come azienda di muratori nell’Alto Palatinato bavarese. Oggi, è cresciuta in un gruppo di aziende che opera a livello internazionale con circa 6.500 dipendenti, coprendo una vasta gamma di servizi di costruzione e legati alla costruzione. Oltre alla costruzione di edifici, l’azienda è anche attiva nella costruzione di strade e fognature. Oltre che in Germania, il gruppo Max Bögl è attivo anche nel resto della regione DACH, in Europa centrale e orientale e in Estremo Oriente.

Posto 5: LEONHARD WEISS GmbH & Co. KG, Göppingen/Satteldorf: 1,3 miliardi di euro di fatturato

LEONHARD WEISS è stata fondata nel 1900 come azienda di costruzione di binari ed è ancora oggi impegnata in questa attività. Tuttavia, la gamma di servizi è stata notevolmente ampliata nel tempo – per includere la costruzione di strade e l’ingegneria civile, la costruzione chiavi in mano e l’ingegneria civile. LEONHARD WEISS è anche attivo come appaltatore generale per la costruzione di linee elettriche e reti. Il gruppo ha circa 6.000 dipendenti e, oltre ai due siti principali, circa due dozzine di altre sedi, preferibilmente nel sud-ovest della Germania. Ha anche due filiali a Stoccolma e Oslo.

Fonte dell’immagine: Unsplash

Potrebbero piacerti queste liste di grandi aziende e investitori:

Elenco delle 5 più grandi fabbriche di birra in Germania

Elenco delle 5 più grandi fabbriche di birra in Germania

La Germania è la terra della birra. La legge bavarese sulla purezza della birra del 1516 è considerata la più antica legge ancora in uso in questo paese. Attualmente, ci sono ancora più di 1.500 birrerie nel nostro paese. Molti di loro sono piccole e piccolissime imprese con un mercato limitato a livello regionale. Inoltre, però, si possono trovare anche grandi fabbriche di birra. Ecco i TOP 5: Questo articolo è basato sull’unico Elenco delle 100 più grandi fabbriche di birra in Germania.

Posto 1: Radeberger Gruppe KG, Francoforte sul Meno: 1,7 miliardi di euro di fatturato (2019)

Il Radeberger Gruppe è il più grande conglomerato di birre in Germania e fa parte del gruppo Oetker. Oltre alla produzione di birra, opera anche come produttore di bevande analcoliche, grossista di bevande, fornitore di soluzioni di sistema per l’industria della ristorazione, fornitore di logistica di percorso, rivenditore (Getränke Hoffmann) e servizio di consegna espresso. Le origini del business della birra Oetker risalgono al 1952, quando fu acquisita la quota di maggioranza della fabbrica di birra Binding. Nel 2002, il gruppo Binding è stato rinominato Radeberger Group. Comprende più di una dozzina di birrerie in tutta la Germania. Le marche di birra più conosciute sono “Hasen-Bräu”, “Berliner Pilsner”, “Tucher Bräu”, “Berliner Kind” e “Berliner Bürgerbräu”. Anche la sorgente minerale Selters a Selters an der Lahn appartiene al gruppo.

Posto 2: Anheuser-Busch InBev Germany Holding GmbH, Brema: nessun fatturato dato per il sottogruppo tedesco

Anheuser-Busch InBev è considerato il più grande gruppo birrario del mondo ed è stato creato nel 2008 come parte dell’acquisizione del produttore di birra americano Anheuser-Busch dal gruppo belga-brasiliano InBev. Il suo fatturato globale è stato di 52,3 miliardi di dollari nel 2019. Sotto l’ombrello di Anheuser-Busch InBev Germany ci sono le birrerie tedesche del gruppo, che funzionano come proprie filiali: Brauerei Beck GmbH & Co. KG, Brauerei Diebels GmbH & Co. KG, Hasseröder Brauerei GmbH e Spaten-Löwenbräu GmbH. Misurata in base alla produzione di birra, Anheuser-Busch InBev Germania si descrive come numero 2 nel mercato tedesco.

Posto 3: Krombacher Brauerei Bernhard Schadeberg GmbH & Co.KG, Kreuztal-Krombach: 862 milioni di euro di fatturato (2019)

La storia della fabbrica di birra Krombacher iniziò già nel 1803 con le operazioni di produzione di birra di un pub locale. Nei decenni successivi, questo si è sviluppato in un importante birrificio regionale. Tuttavia, Krombacher divenne uno dei più grandi produttori di birra della Germania nella Repubblica Federale solo a partire dagli anni ’50. Oggi l’azienda ha circa 1.000 dipendenti. Oltre a varie birre sotto il marchio “Krombacher”, l’azienda possiede il marchio “Vitamalz” e i diritti di distribuzione tedeschi per “Schweppes”, “Dr Pepper” e “Orangina”.

Posto 4: Bitburger Braugruppe, Bitburg: 792 milioni di euro di fatturato (2019)

Il Bitburger Brewery Group è un’azienda sorella della Bitburger Holding GmbH e riunisce le “attività della birra” della famiglia imprenditoriale Simon. Il supporto per entrambe le sorelle è Th. Simon GmbH & Co. KG. Le origini dell’azienda risalgono al 1817. A quel tempo, la fabbrica di birra Bitburger fu fondata a Bitburg, nella regione dell’Eifel, che ancora oggi costituisce l’azienda principale del gruppo birrario. Nel corso del tempo si sono aggiunti vari birrifici: la Köstritzer Schwarzbierbrauerei nel 1991, la Wernesgrüner Brauerei nel 2002, la Duisburger König-Brauerei nel 2004 e la Licher Privatbrauerei 1854. Insieme, il gruppo di birrifici impiega circa 1.700 persone.

Posto 5: Oettinger Brauerei GmbH, Oettingen in Baviera: 323 milioni di euro di fatturato (2018)

La storia della Oettinger Brauerei è iniziata come Fürstliches Brauhaus zu Oettingen, e nel 1956 l’azienda è stata rilevata dalla famiglia Kollmar, che ha a sua volta una lunga tradizione birraria. La Oettinger Brauerei è ancora un’azienda familiare e, oltre alla sede centrale di Oettingen, produce a Gotha, Mönchengladbach e Braunschweig. A differenza di altri birrifici, la Oettinger Brauerei ha avuto successo attraverso la vendita diretta – la fornitura diretta di supermercati, mercati di bevande e stazioni di servizio. Oltre a una vasta gamma di birre sotto il marchio “Oettinger”, le etichette private dei supermercati sono anche servite con la birra di Oettinger.
Fonte dell’immagine: Unsplash

Potrebbero piacerti queste liste di grandi aziende e investitori:

Elenco delle 5 maggiori aziende di logistica in Germania

Elenco delle 5 maggiori aziende di logistica in Germania

Le aziende di logistica sono attive nelle aree di spedizione delle merci, trasporto, stoccaggio, movimentazione e imballaggio. Formano uno dei settori più importanti dell’economia tedesca. Nel 2019, l’industria logistica ha generato circa 279 miliardi di euro di fatturato. Queste sono le 5 maggiori aziende tedesche di logistica: Questo articolo è basato sull’unico Top 400 aziende di logistica Germania – Elenco delle più grandi aziende di logistica.

Posto 1: Deutsche Post AG, Bonn: 63,3 miliardi di euro di fatturato (2019)

Deutsche Post è stata creata a partire dal 1995 nel corso della privatizzazione della ex Deutsche Bundespost. Con quasi 547.000 dipendenti, è uno dei più grandi datori di lavoro del paese. L’attività logistica si svolge quasi esclusivamente sotto il marchio DHL. Da un lato, questo è rappresentato dalla divisione DHL Global Forwarding/Freight con circa 41.000 dipendenti in tutto il mondo. Offre un trasporto globale di merci per ferrovia, strada, aria e mare. D’altra parte, la divisione DHL Supply Chain si occupa di logistica contrattuale. Ha circa 146.000 dipendenti in tutto il mondo.

Posto 2: Schenker Aktiengesellschaft, Essen: 17,1 miliardi di euro di fatturato (2019)

Schenker è stata fondata come azienda di spedizioni a Vienna già nel 1875. Nel 1931, fu rilevata dalla Deutsche Reichsbahn. Oggi, Schenker è una filiale interamente controllata da Deutsche Bahn. L’azienda è sinonimo di trasporto merci non ferroviario su rotaia. Le attività dell’azienda comprendono i 3 segmenti di business: trasporto terrestre europeo, trasporto marittimo e aereo e logistica contrattuale. I trasporti sono effettuati su scala globale. Schenker impiega oltre 76.000 persone in tutto il mondo, di cui poco più di 17.000 in Germania.

Posto 3: Dachser Group SE & Co. KG, Kempten (Allgäu): 5,7 miliardi di euro di fatturato (2019)

La storia di Dachser iniziò nel 1930 con il trasporto del formaggio dell’Allgäu nella Renania. L’azienda, fondata da Thomas Dachser, è ancora a conduzione familiare. Dachser offre servizi di trasporto e spedizione in tre segmenti di attività: Logistica europea, trasporto aereo e marittimo e logistica alimentare. Un’altra area è la logistica dei contratti. Inoltre, ci sono soluzioni industriali speciali con Dachser Chem-Logistics (trasporti chimici) e Dachser DIY-Logistics (trasporti per negozi specializzati). Dachser ha quasi 400 sedi in tutto il mondo e 31.000 dipendenti.

Posto 4: HAVI Logistics GmbH, Duisburg: 5,7 miliardi di euro di entrate (2018)

HAVI Logistics GmbH a Duisburg è una filiale del gruppo americano HAVI Logistics. Questa azienda è cresciuta come fornitore di cibo per McDonalds. I trasporti di alimenti costituiscono anche il modello di business della filiale tedesca HAVI Logistics. L’azienda tedesca è stata fondata nel 1981 – anche se con un nome diverso. Ancora oggi, McDonalds è un importante cliente di HAVI Logistics. Inoltre, vengono fornite anche altre catene di ristoranti e fornitori di cibi pronti, tra cui Kentucky Fried Chicken, IKEA, Nordsee, Pizza Hut e Subway.

Posto 5: Kühne + Nagel (AG & Co.) KG, Brema: nessun dato attuale sul fatturato tedesco disponibile (fatturato del gruppo 2019: 25,3 miliardi di CHF)

Kuehne + Nagel ha iniziato nel 1890 come “impresa di spedizioni e commissioni” con sede a Brema. Nel 1969, la sede è stata trasferita in Svizzera, e nel 1976, anche la sede dell’azienda. Kuehne + Nagel International AG si trova a Feusisberg nel cantone di Schwyz. La filiale tedesca Kuehne + Nagel (AG & Co.) KG si trova ancora nel suo luogo di origine, Brema. Kuehne + Nagel Germania impiega circa 15.000 persone in più di 130 sedi. L’azienda esegue trasporti su scala globale nei settori del trasporto marittimo e aereo, della logistica contrattuale e del trasporto terrestre.

Fonte dell’immagine: Unsplash

Potrebbero piacerti queste liste di grandi aziende e investitori:

Elenco delle 5 maggiori aziende alimentari in Germania

Elenco delle 5 maggiori aziende alimentari in Germania

L’industria alimentare si trova tra l’agricoltura e il commercio alimentare. Con più di 6.000 aziende, oltre 600.000 dipendenti e un fatturato annuo di circa 180 miliardi di euro, è un ramo importante dell’economia tedesca. La maggior parte delle aziende alimentari sono di medie dimensioni. Ma ci sono anche alcuni grandi giocatori. Questi sono i cinque più grandi di questo paese: Questo articolo è basato sull’unico Top 300 Food Manufacturers Germany – Elenco delle più grandi aziende alimentari.

Posto 1: Südzucker AG, Mannheim: 6,75 miliardi di euro di fatturato (2018/19)

Il nome dice tutto. Südzucker è il più grande produttore di zucchero in Germania e nel mondo. L’azienda è emersa dalla fusione del 1926 di 5 fabbriche di zucchero del sud-ovest della Germania per formare la Süddeutsche Zucker AG. Attraverso la crescita organica e l’acquisizione di altri zuccherifici in Europa, Südzucker ha raggiunto nel tempo la sua posizione di leader. La produzione di zucchero è ancora il core business. Südzucker ha più di 19.000 dipendenti.

Posto 2: Deutsches Milchkontor GmbH (DMK), Zeven: 5,6 miliardi di euro di fatturato (2018)

DMK è una delle più grandi aziende lattiero-casearie tedesche ed è stata costituita nel 2011 dalla fusione di Nordmilch AG e Humana Milchindustrie GmbH. Nonostante la forma giuridica della GmbH, la DMK è organizzata come una cooperativa. È di proprietà di circa 7.000 produttori di latte attivi e cooperative di 12 stati tedeschi. Latticini, formaggi, gelati, ma anche alimenti per bambini, dietetici, prodotti per la salute e mangimi speciali fanno parte della gamma di prodotti DMK. L’azienda ha più di 20 sedi – soprattutto in Germania – e impiega circa 7.000 persone.

Posto 3: Dr. Oetker GmbH, Bielefeld: 3,4 miliardi di euro di fatturato (2019, solo divisione alimentare)

Molti associano ancora il marchio Dr. Oetker ai prodotti da forno e alla crema in polvere, ma in realtà Dr. Oetker ora genera più vendite con la pizza surgelata. Le attività alimentari del gruppo Oetker sono raggruppate nella Dr. Oetker GmbH. Sotto, Dr. August Oetker Nahrungsmittel KG sta per le aziende di marca del gruppo. Questi includono i sottogruppi Coppenrath & Wiese, Agrano e il gruppo Martin Braun. Essi rappresentano una vasta gamma di prodotti alimentari Circa 16.000 dipendenti lavorano sotto l’ombrello della Dr. Oetker GmbH.

Posto 4: Nestlé Deutschland AG, Francoforte/Meno: 3,2 miliardi di euro (2018)

Nestlé Deutschland è la filiale tedesca del gruppo svizzero Nestlé. Con un fatturato annuo di oltre 90 miliardi di dollari, è considerata la più grande azienda alimentare del mondo. La quota tedesca delle vendite è di circa il 3 per cento. Nestlé Germania ha quasi 10.000 dipendenti e rappresenta una vasta gamma di prodotti di marca ben noti nei settori del cioccolato e dei dolciumi, dei prodotti lattiero-caseari, delle bevande calde, degli alimenti per bambini, dei prodotti da cucina e dei cereali. Esempi di marchi noti di Nestlé: Maggi, Thomy, Nesquik, Nescafé, Sanpellegrino, Vittel, After Eight, Kitkat – la lista potrebbe continuare.

Posto 5: FrieslandCampina Germany GmbH, Heilbronn: circa 1 miliardo di euro (2019)

FrieslandCampina Germany è la filiale tedesca di Koninklijke FrieslandCampina, un gruppo olandese con un focus internazionale su prodotti lattiero-caseari e derivati. Con 24.000 dipendenti e un fatturato di 11,6 miliardi di euro (2018), Koninklijke FrieslandCampina è uno dei più grandi gruppi caseari del mondo. FrieslandCampina Germany è il successore della ex Südmilch AG. Marchi noti sul mercato tedesco sono Landliebe, Tuffi, Chocomel, Frico e Holland Master.
Fonte dell’immagine: Unsplash

Potrebbero piacerti queste liste di grandi aziende e investitori: