Category: Industria Europea

Elenco dei 3 sviluppatori di parchi eolici attivi in Portogallo

Elenco dei 3 sviluppatori di parchi eolici attivi in Portogallo

L’energia eolica è un tema rilevante nel mercato energetico portoghese. Grazie alle aree ventose vicine all’oceano e al mare, il Paese è predestinato allo sviluppo di parchi eolici. In questo articolo presentiamo tre importanti sviluppatori di parchi eolici in Portogallo, tratti dal nostro elenco dei maggiori sviluppatori di parchi eolici in Europa. Le aziende presentate appartengono alla Elenco dei 250 maggiori sviluppatori di energia eolica in Europa ..

1. EDP Renovaveis SA (Spagna, Madrid)

EDP Renovaveis SA (EDPR) è la filiale per le energie rinnovabili dell’azienda portoghese EDP. È stata lanciata attraverso l’acquisizione da parte di EDP di Horizon Wind Energy LLC nel 2007. EDPR è uno dei principali attori nel mercato portoghese dello sviluppo di parchi eolici. All’inizio del 2021, ad esempio, la Banca europea per gli investimenti ha deciso di concedere a EDPR un prestito di 112 milioni di dollari per lo sviluppo di due parchi eolici. Uno di questi è un progetto da 33 MW a Tocha, l’altro da 92 MW a Sincelo. Inoltre, EDPR è attiva in altri Paesi. Ad esempio, una joint venture al 50% tra EDPR ed Engie ha ottenuto un progetto eolico offshore da 1 GW in Scozia.

2. Finerge (Matosinhos, Portogallo)

Un altro attore principale nel panorama dello sviluppo eolico portoghese è Finerge. L’azienda gestisce 68 parchi eolici (e 17 parchi solari, a partire da maggio 2022) in Portogallo e Spagna. L’azienda aggiunge costantemente nuova capacità attraverso lo sviluppo di nuovi parchi eolici. Ad esempio, nel luglio 2021 Finerge ha ordinato cinque turbine da 5,8 MW per un progetto di espansione di un parco eolico dalla divisione rinnovabili di General Electric. Le turbine hanno un rotore di 158 metri, che le rende (secondo Finerge) le più grandi turbine eoliche onshore del Portogallo. I due parchi eolici ampliati si chiamano Toutico e Lagoa de D Joao.

3. Capital Energy (Madrid, Spagna)

La nostra ultima menzione è Capital Energy, con sede a Madrid. L’azienda intende co-sviluppare progetti eolici offshore insieme a Shell in Spagna e Portogallo. Ad oggi, l’azienda ha più di 2.000 MW in fase di sviluppo. Un’attenzione particolare sarà rivolta anche ai progetti eolici offshore galleggianti. Capital Energy intende essere attiva lungo l’intera catena del valore delle energie rinnovabili nella penisola iberica.

Fonte: Renewables.Digital Fonte immagine: Unsplash

Elenco di 3 sviluppatori che perseguono progetti di energia eolica in Scozia

Elenco di 3 sviluppatori che perseguono progetti di energia eolica in Scozia

Secondo il rapporto Scottish Renewables February 2022, il mercato scozzese potrebbe crescere del 231% entro il 2030. Uno dei principali fattori di crescita è rappresentato dai 17 progetti eolici offshore rilasciati nell’ambito del round di leasing ScotWind. Nell’elenco che segue abbiamo identificato tre sviluppatori eolici che hanno tratto vantaggio dalla tornata di leasing e che saranno tra i leader dello sviluppo eolico scozzese nei prossimi anni. Le aziende presentate appartengono alla Elenco dei 250 maggiori sviluppatori di energia eolica in Europa.

1) Orsted (Danimarca)

Nel gennaio 2022, il gruppo danese ha stretto una partnership con Falck Renewables e BlueFloat energy per sviluppare un progetto eolico offshore galleggiante da 1 GW. Il progetto si trova nei pressi di Caithness ed è stato acquisito dal round di leasing di ScotWind. Il parco eolico sarà il primo parco eolico galleggiante su larga scala di Osted. Il gruppo danese lavorerà insieme alla Scottish Association for Marine Science per esaminare l’impatto del progetto sull’ambiente marino. Orsted ha anche confermato la sua partecipazione di maggioranza nel progetto eolico galleggiante Salamander da 100 MW, che fungerà da trampolino di lancio prima di iniziare la costruzione su larga scala.

2) EDF Renewables (Francia)

Lo sviluppatore francese di impianti eolici, solari e di batterie è uno dei principali attori europei nello sviluppo delle energie rinnovabili. Nel marzo 2022, EDF ha annunciato il progetto di sviluppare 100MW di eolico scozzese nel Berwickshire. Il parco da 100 MW sarà composto da 20 turbine ed è un progetto fondamentale per aiutare la Scozia a raggiungere l’obiettivo di zero emissioni entro il 2045. Oltre al progetto del Berwickshire, il gruppo francese sta sviluppando un parco eolico da 177 MW vicino a Dufftown e ha acquisito un progetto da 450 MW nel Firth of Forth.

3) Vattenfall (Svezia)

Lo sviluppatore svedese di progetti eolici, solari e di batterie mantiene una forte presenza in Scozia, avendo sviluppato 4 progetti eolici nel sud della Scozia. Insieme, questi parchi eolici generano energia elettrica sufficiente a rifornire 500.000 abitazioni scozzesi. Il progetto più grande è il parco eolico di South Kyle, la cui costruzione è iniziata nel 2020, composto da 50 turbine eoliche e con una capacità installata di 240 MW. Nel febbraio 2022, Vattenfall ha annunciato l’intenzione di espandere il progetto South Kyle annunciando il parco South Kyle 2 da 119 MW. Il parco eolico sarà situato nell’East Ayrshire, a nord-ovest del parco originale South Kyle.

Fonte: Renewables.Digital Fonte immagine: Unsplash

Elenco di 3 sviluppatori che perseguono progetti di energia eolica in Irlanda

Elenco di 3 sviluppatori che perseguono progetti di energia eolica in Irlanda

L’energia eolica in Irlanda ha registrato una crescita significativa negli ultimi anni e sarà necessaria un’ulteriore crescita per raggiungere il Piano d’azione per il clima del Paese. L’Irlanda ha l’obiettivo di ottenere l’80% dell’approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili e di essere a zero emissioni entro il 2035. Nel febbraio 2022, l’energia eolica ha raggiunto un record: il 53% dell’energia elettrica irlandese è stata prodotta dal vento. Secondo il rapporto Wind Energy Ireland, il 5 febbraio la quantità di energia eolica presente nel sistema ha raggiunto il livello record di 4,6 GW. Le aziende presentate appartengono alla Elenco dei 250 maggiori sviluppatori di energia eolica in Europa.

1) EDF Renewables (Francia)

Lo sviluppatore francese di impianti solari, eolici e batterie gestisce un portafoglio globale di oltre 5GW. Nel 2019, EDF Renewables ha aperto il suo ufficio a Dublino e da allora il gruppo ha sviluppato 3 progetti eolici onshore. L’aggiunta più recente al portafoglio eolico irlandese è il parco eolico da 50 MW situato a Carlow. Il progetto, denominato Seskin Wind Farm, è ancora soggetto a permesso di pianificazione e mira a diventare operativo entro il 2026. Il parco eolico di Seskin porterà il suo portafoglio a 200 MW, in aggiunta al parco eolico di Lackareagh da 50 MW e a quello di Kilsallagh da 100 MW.

2) Statkraft (Norvegia)

Il colosso norvegese delle rinnovabili è entrato nel mercato irlandese nel 2018 e ad oggi è responsabile dello sviluppo di 5 parchi eolici irlandesi con una capacità installata di 500MW. Finora, quest’anno, i parchi eolici hanno sviluppato 557GW di energia eolica. Statkraft mira ad aumentare il proprio portafoglio eolico a 6GW entro il 2025 e ulteriori investimenti nell’eolico irlandese fanno parte del suo approccio. Nel maggio 2021, il gruppo ha annunciato che stava preparando 6 offerte per parchi eolici con una capacità totale di 320MW nell’asta RESS irlandese.

3) RWE (Germania)

Il principale investitore e sviluppatore europeo di energia eolica, solare e a batteria intende investire 50 miliardi di euro entro il 2030 ed espandere il proprio portafoglio a 50GW. Il gruppo tedesco ha individuato potenziali progetti eolici in Irlanda e punta a investire 1,5 miliardi di euro. Questo darà a RWE un ruolo chiave per aiutare l’Irlanda a raggiungere l’obiettivo dell’80% entro il 2030. RWE è stata responsabile dello sviluppo del primo impianto di accumulo a batterie a Balbriggan e intende espandere la propria crescita con il progetto Dublin Array. Il progetto sarà composto da 45-61 turbine eoliche e avrà una capacità installata di 600-900 MW. I tedeschi hanno anche in programma di collaborare con gli sviluppatori olandesi Ampyx Power per costruire progetti eolici a spina d’aria a Mayo.

Fonte: Renewables.Digital Fonte immagine: Unsplash

Elenco dei 3 sviluppatori solari attivi in Spagna

Elenco dei 3 sviluppatori solari attivi in Spagna

La Spagna rappresenta un luogo interessante per lo sviluppo del solare non solo per il clima della nazione, ma anche per gli ambiziosi obiettivi di energia rinnovabile che il Paese si è posto. La Spagna mira a produrre 60 GW di energia rinnovabile entro il 2030 per combattere il cambiamento climatico. Non sorprende quindi che i maggiori sviluppatori di energia solare europei cerchino di farsi strada nel mercato solare spagnolo. Di seguito sono riportati alcuni esempi dei maggiori sviluppatori solari attivi in Spagna, che mirano a sfruttare le 2.500 ore di sole all’anno, collocando il Paese tra i più alti potenziali generatori solari in Europa. Le aziende presentate appartengono alla Elenco dei 300 maggiori sviluppatori di energia solare in Europa.

1) RWE (Essen, Germania)

Il gruppo tedesco è uno dei principali sviluppatori e investitori nel solare spagnolo. Non solo in Spagna, RWE ha una capacità installata globale di oltre 13GW che la colloca tra i maggiori sviluppatori mondiali. Il colosso delle rinnovabili con sede a Essen ha 440MW di capacità installata da progetti spagnoli, tra cui eolico, idroelettrico e solare. Nel novembre 2021, RWE ha annunciato l’intenzione di rafforzare la propria posizione con la costruzione di altri due parchi solari. Il progetto Puerta del Sol, da 88 MW, si trova a Guadalajara.

2) Matrix Renewables (Madrid, Spagna))

Lo sviluppatore solare madrileno ha sviluppato 1,8 GW di energia solare in Spagna, Stati Uniti e Cile, con una futura pipeline di 2,3GW. L’azienda statunitense ha iniziato a sviluppare energia solare in Spagna nel 2020 grazie alle acquisizioni di Trina Solar e Rolwind. Da allora, Matrix Renewables ha costruito un portafoglio di 975 MW nell’arco di soli 18 mesi. Il gruppo con sede a Madrid intende espandere questo portafoglio e nel gennaio 2022 ha annunciato lo sviluppo di due nuovi progetti solari con una capacità futura di 300 MW.

3) Prodiel (Siviglia, Spagna)

Il gruppo di Siviglia è stato fondato nel 1994 e ad oggi ha sviluppato 2,1 GW di energia solare. Prodiel è responsabile dello sviluppo di uno dei più grandi parchi solari della penisola iberica. Il sito da 300 MW è stato sviluppato nel 2020 ed è composto da 554.000 moduli solari. Nell’aprile 2022, il gruppo ha annunciato una nuova joint venture con il gruppo di investimento svizzero Smartenergy. La nuova partnership, denominata Greenfield PV, svilupperà 5GW di energia solare spagnola e il team è composto da 50 specialisti nello sviluppo del solare.

Fonte: Renewables.Digital Fonte immagine: Unsplash

Elenco dei 3 sviluppatori di parchi solari attivi in Francia

Elenco dei 3 sviluppatori di parchi solari attivi in Francia

Lo sviluppo solare in Francia offre un grande potenziale solare grazie ai maggiori sforzi delineati da Macron per accelerare la produzione solare. Entro il 2050, la Francia mira a decuplicare l’attuale produzione solare, superando così i 100GW. Nel febbraio 2022, il presidente ha riconosciuto che la Francia è “rimasta indietro” e mira ad aumentare la produzione attraverso pannelli fotovoltaici su tetto e a terra. Per raggiungere questo obiettivo, il Paese dovrà sviluppare 5GW di energia solare all’anno. Le aziende presentate appartengono alla Elenco dei 300 maggiori sviluppatori di energia solare in Europa.

1) Engie (Parigi)

Il gruppo parigino è uno dei principali attori europei nello sviluppo dell’energia solare. Engie rappresenta il 9% dell’energia solare in Francia, compresi i parchi solari, i progetti di batterie e la produzione centralizzata/decentrata. Attualmente, il gigante dell’energia ha una capacità installata di 717 MW e altri 120 MW sono in costruzione. Uno dei loro ultimi progetti, il sito di Volgelsheim da 22 MW, sarà messo in funzione nell’agosto 2022 dopo essere stato sviluppato dal gruppo.

2) Neoen (Parigi)

Dalla sua nascita nel 2008, Neoen è diventata uno dei principali sviluppatori francesi di energia solare. Ad oggi, ha una capacità installata di 1GW di energia solare francese. Nel 2021, il gruppo francese si è aggiudicato 130 MW di energia solare nelle gare d’appalto francesi. I 9 progetti solari sono stati assegnati nell’ambito del programma CRE 4 del governo francese. Neoen è stata responsabile dello sviluppo del più grande impianto solare francese, il sito di Cestas, con una capacità installata di 300 MW.

3) Boralex

L’azienda canadese sviluppata nel settore solare, eolico e delle batterie opera da oltre 30 anni. Boralex ha sviluppato progetti solari negli Stati Uniti, in Canada e in Francia. Ad oggi, il gruppo ha sviluppato cinque parchi solari francesi. Nel dicembre 2021, il gruppo ha commissionato lo sviluppo del suo primo parco solare galleggiante. Il progetto solare da 12 MW si trova nel bacino di Chapeliers ed è stato aggiudicato nell’ambito del programma CRE 4.

Fonte: Renewables.Digital Fonte immagine: Unsplash

Elenco delle 3 maggiori aziende di prodotti chimici per l’edilizia in Svizzera

Elenco delle 3 maggiori aziende di prodotti chimici per l’edilizia in Svizzera

Le aziende presentate appartengono alla Elenco delle 150 maggiori aziende chimiche in Svizzera.

Posto 1: Sika AG, Baar: CHF 7,9 miliardi di fatturato

Sika è un gruppo svizzero di specialità chimiche che opera a livello globale. L’azienda fornisce materiali di processo per impermeabilizzare, incollare, rinforzare e proteggere strutture portanti. L’industria delle costruzioni, insieme a vari settori industriali, è il principale cliente delle soluzioni Sika. I prodotti sono utilizzati qui nella produzione di calcestruzzo, nella sigillatura e nell’incollaggio elastico, nell’impermeabilizzazione, nei sistemi di copertura e di pavimentazione, nella ristrutturazione e nell’armatura. La storia di Sika risale al 1910. Oggi, il gruppo impiega più di 17.000 persone. Il business è organizzato regionalmente e comprende i segmenti Nord America, America Latina, EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa) e Asia/Pacifico.

Posto 2: JURA Management AG, Aarau: > 600 milioni di CHF di fatturato

Il JURA Materials Group di oggi è nato dalla fabbrica di cemento Zurlinden & Co. di Aarau, fondata nel 1882, sotto l’egida della JURA Management AG. Il gruppo svizzero di materiali da costruzione è interamente concentrato sulla produzione di calcestruzzo, la produzione di cemento, l’estrazione di sabbia e ghiaia, ed è anche attivo come grossista nei settori della ceramica da costruzione, dei materiali edili e degli articoli sanitari. Il gruppo comprende 20 aziende con circa 450 dipendenti in più di 40 sedi svizzere. JURA Materials fa parte del gruppo di materiali da costruzione Cement Roadstone Holding (CRH), che è uno dei più grandi gruppi di materiali da costruzione del mondo con un fatturato di 27,6 miliardi di euro.

Posto 3: PCI Bauprodukte AG, Holderbank: > 300 milioni di euro di fatturato (PCI Augsburg GmbH)

La PCI Bauprodukte AG è la filiale svizzera della PCI Augsburg GmbH. Fondata nel 1950 come Poly-Chemie-Ingenieurgesellschaft mbH, l’azienda è specializzata in materiali da rivestimento, soluzioni di pavimentazione e sistemi di prodotti per l’impermeabilizzazione, la protezione e la riparazione del calcestruzzo. Nel 2006, la PCI è stata acquisita dalla BASF, dove è stata integrata nella divisione chimica delle costruzioni. Nel 2020, il business dei prodotti chimici per l’edilizia di BASF, compreso il PCI, è stato scorporato nel nuovo gruppo MBCC. Questo a sua volta sarà rilevato dall’azienda chimica svizzera Sika nel corso del 2022. PCI entrerà così a far parte del gruppo Sika. Il gruppo PCI impiega circa 1.200 persone in tutta Europa.

Fonte: Listenchampion Fonte dell’immagine: Unsplash

Elenco delle 3 maggiori aziende chimiche della Svizzera centrale

Elenco delle 3 maggiori aziende chimiche della Svizzera centrale

Le aziende presentate appartengono alla Elenco delle 150 maggiori aziende chimiche in Svizzera.

Posto 1: Sandoz Pharmaceuticals AG, Rotkreuz: 9,6 miliardi di dollari di vendite (vendite del sottogruppo Sandoz)

Sandoz è un nome tradizionale dell’industria chimica svizzera. Fino alla fusione del 1995 con Ciba-Geigy per formare Novartis, Sandoz era un gruppo indipendente. Con la fusione, il nome inizialmente scomparve, ma fu riattivato nel 2003. Da allora, Sandoz è un sottogruppo della divisione generici di Novartis. Sandoz Pharmaceuticals è la filiale svizzera di Sandoz, con sede a Holzkirchen (Germania). Sandoz è sinonimo di una vasta gamma di farmaci fuori brevetto (farmaci da prescrizione e da banco, biosimilari). I prodotti sono commercializzati con i marchi “Sandoz”, “Hexal” e “1A Pharma”.

Posto 2: Sika AG, Baar: 7,9 miliardi di CHF di fatturato

Il nome Sika è sinonimo di specialità chimiche svizzere da oltre 100 anni. L’azienda è stata fondata a Zurigo nel 1910 e si è sviluppata in un gruppo operante a livello globale con oltre 17.000 dipendenti come Sika Group. Sika offre una vasta gamma di soluzioni a base chimica per le industrie di costruzione e produzione. Le soluzioni di costruzione includono: additivi per calcestruzzo e cemento, sigillanti, pavimentazioni industriali, materiali di riparazione, prodotti per la corrosione, il fuoco e la protezione dei serbatoi. I mercati industriali di Sika comprendono i produttori di automobili, l’ingegneria meccanica, le ferrovie e le costruzioni navali, i produttori di apparecchiature solari e i produttori di elettrodomestici. La Sika AG di Baar funge da holding del gruppo.

Posto 3: Octapharma AG, Lachen: 2,4 miliardi di euro di fatturato

Octapharma è stata fondata nel 1983 da Wolfgang Marguerre ed è ancora gestita dal proprietario. L’azienda è specializzata nella fabbricazione di prodotti a partire dal plasma sanguigno e basati su processi di ingegneria genetica (produzione di proteine ricombiti). Sono utilizzati per il trattamento dei disturbi della coagulazione del sangue e trovano applicazioni nel contesto delle immunoterapie e nella medicina di cura intensiva. Octapharma impiega attualmente circa 9.000 persone in 31 sedi. I prodotti sono venduti in tutto il mondo. La ricerca e lo sviluppo si trovano in Germania e in Austria nei siti di Vienna, Berlino, Francoforte sul Meno e Heidelberg.

Fonte: Listenchampion Fonte dell’immagine: Unsplash

Elenco delle 3 maggiori aziende chimiche di Ginevra (Cantone)

Elenco delle 3 maggiori aziende chimiche di Ginevra (Cantone)

Le aziende presentate appartengono alla Elenco delle 150 maggiori aziende chimiche in Svizzera.

Posto 1: Givaudan SA, Vernier: 6,3 miliardi di franchi di fatturato

Givaudan è il leader mondiale del mercato degli aromi e delle fragranze. I suoi prodotti sono utilizzati nella produzione di alimenti e bevande, ma anche nei prodotti per la cura personale e nei profumi. I clienti di Givaudan includono grandi nomi dell’industria cosmetica e alimentare, come Procter & Gamble, Unilever, Estée Lauder, L’Oréal e Yves Saint Laurent. Nel 1895, l’azienda è stata fondata da Léon e Xavier Givaudan a Zurigo. Nel 1898, si trasferirono a Ginevra e costruirono un impianto di produzione centrale a Vernier. Oggi, il gruppo impiega quasi 16.000 persone in più di 180 siti nel mondo.

Posto 2: Firmenich SA, Ginevra: 4,3 miliardi di CHF di fatturato

Con Firmenich, un secondo produttore di aromi e profumi – oltre a Givaudan – ha sede nel cantone di Ginevra. Firmenich è il numero 2 sul mercato mondiale. L’azienda fu fondata nel 1895 con il nome di Chuit & Naef e fu rilevata da Fred Firmenich nel 1910. Firmenich SA è ancora oggi di proprietà dei suoi discendenti. Gli aromi e le fragranze sono utilizzati nell’industria alimentare e nella produzione di cosmetici. Firmenich impiega circa 10.000 persone in 63 sedi nel mondo. I centri di R&S si trovano a Ginevra, New York, Princeton, San Diego, Shanghai e Gujarat (India).

Posto 3: OM Pharma Ltd, Meyrin: 119 milioni di CHF di fatturato

OM Pharma è una società biofarmaceutica specializzata in farmaci per la prevenzione delle infezioni ricorrenti del tratto respiratorio e urinario e il trattamento delle malattie vascolari. L’azienda è stata fondata nel 1937 da Jean-René Ricard ed è stata di proprietà della famiglia per decenni prima di essere acquisita da Galenica-Vifor nel 2009. Dopo la scissione di Galenica-Vifor, OM Pharma appartiene a Vifor Pharma fino al 2020. È stata poi venduta a Optimus Holding Ltd, che è sostenuta da un consorzio di investitori privati. OM Pharma impiega circa 450 persone. È distribuito in più di 100 paesi (Europa, Asia, Africa, America Latina).

Fonte: Listenchampion Fonte dell’immagine: Unsplash

Elenco delle 3 maggiori aziende chimiche di Zurigo (città)

Elenco delle 3 maggiori aziende chimiche di Zurigo (città)

Le aziende presentate appartengono alla Elenco delle 150 maggiori aziende chimiche in Svizzera.

Posto 1: Medinova AG: 5,4 miliardi di CHF di fatturato (DKHS Healthcare Division)

Medinova è una società farmaceutica la cui storia è iniziata nel 1945 nei locali di una farmacia di Zurigo. Si è evoluta in un noto fornitore di marca di prodotti farmaceutici con particolare attenzione alla ginecologia e alla dermatologia. La Svizzera è il mercato domestico, ma le vendite sono effettuate in più di 65 paesi nel mondo. Dal 2004, Medinova fa parte del gruppo svizzero di commercio e servizi DKHS, dove è assegnata alla divisione Healthcare del gruppo. Medinova fa produrre i suoi prodotti su ordinazione e si occupa solo del marketing e della distribuzione. I prodotti sono farmaci da banco e da prescrizione. L’azienda persegue una chiara strategia di internazionalizzazione.

Posto 2: Acino International AG: > CHF 480 milioni di fatturato

Acino si è concentrata sulla produzione di farmaci generici e protetti da brevetto con formulazioni complesse. Un focus è sui farmaci in nuove forme di dosaggio. L’azienda produce farmaci con il proprio marchio “Acino Switzerland”, ma intraprende anche la produzione a contratto per altre aziende farmaceutiche. Oltre alla sede centrale di Zurigo, Acino ha altri due stabilimenti di produzione svizzeri (Liesberg, Aesch) e tre siti produttivi in Ucraina, Estonia e Sudafrica. Acino International impiega più di 2.600 persone e più dell’80% delle sue vendite sono generate nei mercati emergenti. Acino è di proprietà delle società di investimento Avista Capital Partners e Nordic Capital.

Posto 3: Schülke & Mayr AG: circa 450 milioni di euro di fatturato (gruppo)

La Schülke & Mayr AG di Zurigo è la filiale svizzera del gruppo tedesco Schülke. La Schülke, con sede a Norderstedt vicino ad Amburgo, è un’azienda chimica che si occupa di controllo delle infezioni e di igiene industriale. Un altro pilastro del business sono gli additivi chimici per la conservazione di lubrificanti, vernici o cosmetici. L’azienda, fondata nel 1889, divenne grande con il disinfettante Lysol, che esiste ancora oggi ma è commercializzato da un concorrente. Il gruppo Schülke impiega oltre 1.100 persone e vende i suoi prodotti in tutto il mondo. La svizzera Schülke & Mayr AG agisce come società di vendita regionale.

Fonte: Listenchampion Fonte dell’immagine: Unsplash

Elenco delle 3 maggiori aziende di specialità chimiche in Svizzera

Elenco delle 3 maggiori aziende di specialità chimiche in Svizzera

Le aziende presentate appartengono alla Elenco delle 150 maggiori aziende chimiche in Svizzera.

Posto 1: Clariant Ltd, Muttenz: 5,2 miliardi di CHF di fatturato

Clariant a Muttenz vicino a Basilea è uno spin-off dell’ex gruppo Sandoz. Lo spin-off ha avuto luogo nel 1995 – un anno prima che Sandoz si fondesse con Ciba Geigy per formare Novartis. Oggi Clariant è attiva nelle aree di business Care Chemicals, Catalysis, Natural Resources e Plastics & Coatings (oltre il 40% delle vendite). Questo copre un ampio spettro di specialità chimiche. I principali clienti dei prodotti Clariant sono l’industria automobilistica, l’edilizia, l’elettronica, i cosmetici, la plastica, la protezione delle colture e l’industria farmaceutica. Le vendite sono generate in tutto il mondo, un terzo in Europa, un quarto nella regione Asia-Pacifico. Il gruppo ha 18.000 dipendenti in tutto il mondo.

Posto 2: EMS-CHEMIE HOLDING AG, Domat/Ems: 1,8 miliardi di franchi di fatturato

EMS-CHEMIE è un produttore svizzero di materie plastiche ad alte prestazioni e prodotti chimici speciali. La storia dell’azienda inizia nel 1936 con la fondazione della Holzverzuckerungs AG (Hovag) a Zurigo. Nel 1960 questa divenne Emser Werke AG, e nel 1962 EMS CHEMIE HOLDING AG. La filiale EMS-GRILLTEC è responsabile dei prodotti chimici speciali. EMS-GRILLTEC produce adesivi a caldo, filati distaccanti e adesivi, fibre speciali e rivestimenti in polvere. Un’altra azienda della divisione di specialità chimiche – EMS-PATVAG (accenditori per airbag) è stata venduta nel 2019. Il gruppo impiega più di 2.600 persone, è rappresentato in 22 paesi e ha 26 siti di produzione in 16 paesi.

Posto 3: Archroma Management GmbH, Pratteln: 1,2 miliardi di CHF di fatturato

Archroma è stata fondata nel 2013 come spin-off di Clariant. Nel 2015, ha acquisito la divisione chimica tessile di BASF. Alla fine del 2021, la sede dell’azienda è stata spostata da Reinach, vicino a Basilea, alla vicina Pratteln. L’azienda è un produttore di specialità chimiche utilizzate nell’industria tessile, nell’imballaggio, nella produzione di carta, nei rivestimenti, negli adesivi e nei sigillanti. L’azienda impiega oltre 2.800 persone, ha 25 siti di produzione ed è rappresentata in 31 paesi. È di proprietà della società d’investimento statunitense SK Capital Partners, che si concentra su partecipazioni industriali nei settori dei materiali speciali, dei prodotti chimici e dell’assistenza sanitaria.

Fonte: Listenchampion Fonte dell’immagine: Unsplash