Elenco dei 3 leader di mercato in Renania-Palatinato

Elenco dei 3 leader di mercato in Renania-Palatinato

La Renania-Palatinato è principalmente conosciuta come uno stato produttore di vino, ma con Mainz, Ludwigshafen, Coblenza, Treviri e Kaiserslautern ha anche importanti città industriali. Magonza fa parte della regione del Reno-Meno, Ludwigshafen fa parte della regione del Reno-Neckar – queste sono due conurbazioni tedesche particolarmente forti economicamente. I leader del mercato tedesco della Renania-Palatinato hanno qui la loro sede. Le aziende presentate appartengono alla più grandi aziende in Renania-Palatinato.

1. BASF SE, Ludwigshafen: 59,1 miliardi di euro di vendite

La storia di BASF è iniziata nel 1865 come Badische Anilin- & Sodafabrik nella vicina Mannheim. In termini di vendite, BASF è oggi non solo il leader del mercato tedesco dei prodotti chimici, ma anche la più grande azienda chimica del mondo. Il sito BASF di Ludwigshafen, che copre un’area di 10 chilometri quadrati, è considerato il più grande sito chimico contiguo del mondo. L’attività di BASF comprende prodotti chimici, materie plastiche, prodotti ad alte prestazioni, soluzioni di sistemi chimici, protezione delle colture e nutrizione, nonché petrolio e gas. Il business del petrolio e del gas è condotto sotto l’ombrello di Wintershall Holding AG. BASF ha quasi 400 siti di produzione in 80 paesi in tutto il mondo. Il gruppo ha più di 110.000 dipendenti. Le azioni sono in free float.

2. Boehringer Ingelheim Pharma GmbH & Co. KG, Ingelheim: 19,5 miliardi di euro di fatturato

Boehringer Ingelheim è la principale azienda farmaceutica basata sulla ricerca in Germania. Diversi miliardi di euro sono investiti in R&S ogni anno. Fondata nel 1885 da Albert Boehringer a Ingelheim vicino a Mainz, l’azienda è ancora di proprietà della famiglia fondatrice. Boehringer ha circa 52.000 dipendenti in tutto il mondo, 16.000 solo in Germania – la metà dei quali lavora nella sede centrale di Ingelheim. La ricerca, lo sviluppo, la produzione e la vendita di medicinali costituiscono il business della Boehringer. Il portafoglio di prodotti comprende vari medicinali su prescrizione per gli esseri umani e medicinali per la salute degli animali. Inoltre, Boehringer gestisce il business dei clienti industriali. Boehringer Ingelheim è una delle 10 più grandi aziende a conduzione familiare in Germania.

3. Schott AG, Mainz: 2,2 miliardi di euro di fatturato

Schott è uno dei principali produttori tedeschi di vetro e vetroceramica. La sua storia inizia nel 1884 con la fondazione di un laboratorio di vetro a Jena. Anche la sede dell’azienda si trovava lì fino al 1945. Nel corso della divisione tedesca, Schott si è anche divisa – nel “VEB Jenaer Glaswerk” – più tardi parte del “Kombinat VEB Carl Zeiss Jena” e Schott a Mainz. La Schott AG produce numerosi vetri speciali e vetroceramica per diversi settori industriali (elettrodomestici, farmaceutica, elettronica, ottica, produzione di automobili e aviazione). Uno dei marchi Schott più noti è CERAN. L’unico proprietario di Schott è la Fondazione Carl Zeiss, che possiede anche il gruppo Zeiss. La fondazione forma così un legame – anche storicamente giustificato – tra Zeiss e Schott. Il Gruppo Schott impiega oltre 16.000 persone in 34 paesi, più di un terzo delle quali in Germania.

Fonte: Listenchampion Fonte dell’immagine: Unsplash

Comments are closed.