Elenco dei 3 campioni nascosti in Renania-Palatinato

Elenco dei 3 campioni nascosti in Renania-Palatinato

In Rheinpfalz ci sono circa 160.000 piccole e medie imprese, comprese più di 3.000 grandi PMI. Alcuni di loro si sono guadagnati la reputazione di campioni nascosti ben oltre i confini dello stato, come questi tre. Le aziende presentate appartengono alla più grandi aziende in Renania-Palatinato.

1. BioNTech SE, Mainz: 482 milioni di euro di fatturato

Prima di Corona, l’azienda biotecnologica BioNTech era probabilmente conosciuta solo da pochi esperti. Da quando uno dei primi vaccini contro il virus è stato sviluppato a Mainz, tutti conoscono il nome BioNTech. Il focus è sulla ricerca di farmaci basati sull’mRNA. Anche il vaccino Corona funziona in questo modo. Altrimenti, BionTech si concentra effettivamente sulle immunoterapie per il trattamento del cancro. BioNTech è stata fondata nel 2008 da Ugur Sahin, Özlem Türeci e Christoph Huber sulla base di molti anni di ricerca. Le azioni di BioNTech sono quotate sulla borsa tecnologica statunitense Nasdaq dal 2019. Nel 2020, l’azienda impiegava quasi 2.000 persone. La necessità di vaccini efficaci contro la corona ha portato a BioNTech una crescita tumultuosa – probabilmente per gli anni a venire.

2. Werner & Mertz GmbH, Mainz: 525 milioni di euro di fatturato

Werner & Mertz è un’azienda di Magonza ricca di tradizione. Ha iniziato nel 1867 come fabbrica di prodotti in cera “Gebrüder Werner” e ha cambiato il suo nome in “Werner & Mertz” nel 1878 con l’ulteriore azionista Georg Merz. La marca di prodotti per la cura delle scarpe “Erdal”, inventata dall’azienda, esiste dal 1901. Almeno altrettanto conosciuta e ancora più importante in termini di vendite è la marca di prodotti per la pulizia “Frosch” di Werner & Mertz. Includono detergenti multiuso, detergenti per vetri, detergenti speciali, detergenti per toilette, agenti abrasivi, liquidi per lavare i piatti e detergenti. I prodotti Frosch rappresentano circa l’80% delle vendite. Il verde Frosch è anche sinonimo di ecocompatibilità e sostenibilità. L’azienda a conduzione familiare impiega oltre 1.000 persone.

3. Birkenstock GmbH & Co. KG, Linz am Rhein: 721 milioni di euro di fatturato

Gli inizi dell’azienda Birkenstock possono essere fatti risalire al 18° secolo da un maestro calzolaio con lo stesso nome a Langen-Bergheim, in Assia. I sandali Birkenstock con i loro tipici inserti plantare si trovano in molte case. Oltre ai sandali, si producono anche altre scarpe, calze, cinture e borse. L’azienda è stata di proprietà della famiglia per generazioni. Nel febbraio 2021, la società di private equity americano-francese L Catterton ha acquisito la maggioranza del capitale dalla famiglia. L Catterton è sostenuto dal gruppo francese di beni di lusso LVMH (LVMH Moët Hennessy – Louis Vuitton SE) e Groupe Arnault, la holding di famiglia del proprietario di LVMH Bernard Arnault. Birkenstock impiega un totale di circa 5.500 persone, il 95% delle quali lavora in Germania.

Fonte: Listenchampion Fonte dell’immagine: Unsplash

Comments are closed.